fbpx

Meetravel Blog

In barca a vela con nuovi amici

Avete mai pensato di concedervi una gita in barca a vela con nuovi amici?

Ecco gli ingredienti perfetti per una vacanza ben riuscita: un gruppo ben assortito, tanta voglia di mare e di vento e soprattutto di divertirsi!

Michela ci ha raccontato la sua esperienza di gita in barca a vela, che ha organizzato con nuovi amici conosciuti grazie alla nostra Community e con l’amico di sempre Alessio, skipper pronto a guidare il gruppo in una vacanza entusiasmante e inaspettata. Forse anche grazie ad una mascotte speciale, Margot, il cane da briciole!

 

Michela, raccontaci qualcosa di questo gruppo!

Noi ci siamo conosciuti grazie a questo viaggio! E ci siamo trovati!!

Io ho la passione per la barca a vela e vivo sul mare, conosco Alessio (lo skipper) da alcuni anni ma non ho abbastanza amici velisti per organizzare il mio gruppo. Alcuni degli altri membri di questo equipaggio li ho conosciuti in altre vacanze a vela, Piero e Elena (che non si conoscevano tra di loro), anche Stefano era già un mio amico.

Invece per Elisabetta e Patrizia era la prima esperienza in barca. A loro si è aggiunto Ivo che è un amico di Elisabetta. Alla fine basta lanciare un’idea e il cerchio si allarga super velocemente!

Io ho fatto da coordinatrice del gruppo, perchè l’idea della barca a vela era mia, ma ho creato una chat perché si mettessero tutti in contatto direttamente per organizzarsi con i trasferimenti. Molto più semplice no? E così al momento dell’imbarco, grazie anche alla chat, eravamo già tutti un po’ amici e desiderosi di incontrarci dal vivo.

 

Cosa vi ha spinto a cercare compagni di viaggi in questa Community?

Non sempre le persone che frequentiamo hanno le nostre stesse passioni. In questo viaggio eravamo quasi tutti single. Ma non è questo il punto. E’ proprio difficile trovare qualcuno che abbia la tua stessa voglia di fare una gita in barca a vela, di mettersi alla prova, di condividere cabina e cambusa con sconosciuti e lasciarsi trasportare un pò dagli eventi e dal mare. Però con questa Community questo è possibile perché entri in contatto con persone che in quel momento hanno voglia di fare la stessa cosa che vuoi fare te, con gli stessi interessi, e lo stesso stile di viaggio, è magico!

Inoltre noleggiare una barca intera costa molto, perchè negarlo? Trovare nuovi amici è anche un modo per ridurre le spese, non male no?

 

 

Ma raccontaci di più, ora siamo curiosi. Dove siete stati?

La meta è stata l’isola d’Elba, bella, vicina, comoda per navigazioni non troppo lunghe.

Qualcuno diceva “L’avventura risiede nei nostri cuori non nella destinazione!”

Nonostante il meteo timido, tutto è stato fantastico, grazie anche ad Alessio, che oltre ad avere esperienza di navigazione, sa mettere tutti a proprio agio, ci ha fatto timonare e manovrare scegliendo però le rotte che consentivano anche relax e sole a chi non avesse voglia di darsi da fare (siamo pur sempre in vacanza!).

Abbiamo navigato, mangiato, fatto bagni meravigliosi, preso il sole, visitato paesini, e preso anche un temporale!

E in soli 2 giorni!

 

Qual è stata l’esperienza più entusiasmante?

Beh penso che ognuno avrebbe la sua da raccontare ma sicuramente il temporale è stato il nostro momento di avventura.

Abbiamo visto il muro d’acqua che si avvicinava velocemente alla barca mentre davanti a Marciana Marina navigavamo in direzione di Cavo. Alessio ci ha dato subito le istruzioni: chiudete i boccaporti, mettete le cerate, chi vuole stare in pozzetto, altrimenti andate sotto coperta, prendo io il timone. E così ci siamo tuffati nella tempesta (non troppo malvagia fortunatamente). E comunque eravamo tranquilli perché in buone mani.

Ne siamo usciti dopo circa mezz’ora e ci siamo fermati al Cavo sotto un bellissimo sole a fare il bagno circondati da occhiate e gabbiani che aspettavano un po’ di pane.

Siete partiti senza conoscervi prima, come è andata in viaggio?

È andato tutto benissimo. È vero che non conoscendosi non è sempre facile condividere uno spazio limitato ma la barca per questo è favolosa, annulla le distanze, avvicina le persone, favorisce il rispetto ed esalta le qualità di ognuno.

In barca si diventa subito una squadra e viene voglia di “offrire” agli altri le nostre capacità; chi ha già navigato aiuta nelle manovre, chi sa cucinare cucina e così via. C’è posto per tutti, anche per chi vuole solo godersi la vacanza perché ognuno fa in base a ciò che sente. E se qualcuno soffre un po’ il mare, gli altri sono sempre pronti ad aiutarlo e coccolarlo.

 

Consiglieresti questo tipo di esperienza?

Assolutamente sì!

Grazie Michela e buon vento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *