fbpx

GLI ARTICOLI DI MEETRAVEL

5 motivi per visitare le Canarie

Le Canarie sono considerate da tutti le isole paradisiache dove trascorrere le proprie vacanze e, perché no, trovare un angolo dove trasferirsi. Situate al largo dell’Africa nord-occidentale, nell’oceano Atlantico, offrono un clima estivo praticamente tutto l’anno. Quali sono i motivi per visitare le isole Canarie? Ve lo spieghiamo in questo nuovo articolo!

maslomas meetravel canarie

Puoi trovare il deserto sul mare

Alle isole Canarie puoi trovare le dune desertiche che si affacciano direttamente sul mare. Tra queste troviamo Maspalomas, una località prettamente turistica al sud di Gran Canaria. Rappresenta infatti una delle principali mete turistiche al mondo. La zona è rinomata per la sua grande distesa di dune di circa 400 ettari e viene chiamata infatti “il piccolo Sahara”. In questo luogo si sono sviluppati ecosistemi peculiari come la laguna di La Charca, ma anche palmeti che offrono riparo ad aironi, beccacini e pivieri. Nella città si può anche osservare il faro di Maspalomas, costruito intorno all’800, dove potrete godervi un tramonto mozzafiato.

Le dune di Maspalomas ospitano ogni anno milioni di turisti che purtroppo la prendono d’assalto. Insomma, non capita mai di vederle davvero deserte o senza impronte. Per questo motivo il Cabildo di Gran Canaria e la giunta comunale di San Bartolomè de Tirajana hanno avviato un piano di recupero dell’ecosistema dunare. L’obiettivo non è quello di proibire l’accesso alle dune ma di regolare il transito dei passanti creando cammini e sentieri che tutelano e rispettano l’ambiente circostante. In questo modo si potrebbe evitare il turismo di massa che le dune stanno attraversando in questi ultimi anni. Il piano di conservazione delle dune ha come priorità preservare questo angolo di paradiso particolare, rendendolo fruibile ancora per molto tempo.

Anche a Fuerteventura troviamo le dune, in particolare le dune di Corralejo. Situate a nord dell’isola, sono lunghe circa una decina di km e si trovano all’interno del Parque Natural de Corralejo. Anche qui si tratta di un’area protetta a tutela di specie vegetali e animali endemici. Corralejo è inoltre conosciuta come meta per il surf: troviamo infatti molte scuole e negozi attrezzati proprio per questo tipo di sport. Se vorrete scattare foto fantastiche e tramonti mozzafiato, l’isola offrirà molti punti di vista dove potersi fermare e immortalare il vostro momento unico.

5 motivi per visitare le Canarie meetravel

Ti sembrerà di stare su Marte

Il paesaggio delle isole Canarie è davvero particolare, e Lanzarote è l’isola che più sembra ricordare un paesaggio lunare. Ma per scoprirlo dobbiamo fare un passo indietro nella storia geologica dell’area. L’attività eruttiva di tutte le isole Canarie inizia tra i 145 e i 66 milioni di anni fa e nel corso delle varie ere geologiche gli eventi vulcanici furono così intensi da portare alla costruzione delle isole più antiche: Lanzarote e Fuerteventura. Inoltre, il 1° settembre 1730 fu segnato da un lungo periodo di terremoti che diedero il via ad una lunga ed intensa serie di eruzioni vulcaniche nell’isola di Lanzarote. In circa sei anni un terzo dell’isola venne totalmente rivoluzionata e stravolta da lava, lapilli e cenere, portando alla formazione dell’isola che oggi conosciamo.

A Lanzarote alcuni vulcani sono ancora attivi e, pertanto, risultano inaccessibili. Le varie eruzioni hanno segnato l’isola e l’hanno cambiata nei vari anni, rendendola quella che oggi si presenta ai nostri occhi. Per questo motivo l’isola di Lanzarote offre dei paesaggi vulcanici mozzafiato dove vi sembrerà di essere su Marte. Uno dei punti panoramici dove osservare la vista è il Mirador di Rio, un belvedere su una scogliera realizzato nel 1974. Attualmente a Lanzarote ci sono molti parchi naturali che che comprendono oltre 300 coni vulcanici. Tra le zone vulcaniche più spettacolari sicuramente il parco nazionale Timanfaya e quello delle Montanas del Fuego. Si tratta di un enorme colata di lava che, col tempo, il vento e le condizioni meteorologiche hanno ondulato e smussato a proprio piacimento. La particolarità dell’isola di Lanzarote è anche la presenza di moltissimi vigneti, che trovano spazio tra il terreno vulcanico. Qui potrete assaggiare il vino tipico che ha una produzione di circa 1.900.000 bottiglie all’anno circa, su di una superficie di circa 1.900 ettari.

5 motivi per visitare le Canarie meetravel estate
Mogan, a sud di Gran Canaria

È estate anche in inverno

Quando pensiamo alle isole Canarie, subito ci viene da pensare all’estate, che qui dura tutto l’anno. La temperatura minima media, infatti, non è mai al di sotto dei 15 °C, ciò significa che non ci sono mai giorni di gelo. Il clima rimane mite tutto l’anno ed è influenzato dagli alisei, che portano con sé aria secca. Le isole Canarie, trovandosi nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico, godono comunque di una temperatura dell’acqua che durante i mesi più freddi, gennaio e febbraio, raggiunge i 18 °C, mentre nel periodo più caldo, da luglio a settembre, può arrivare fino ai 28 °C. Ebbene sì, se vogliamo andare a Dicembre per farci un bagno possiamo! Praticamente è estate anche in inverno ed è una bellissima idea per i tuoi prossimi viaggi. Qui il regime delle piogge è definito desertico: solo in alcuni punti, quelli più elevati, si superano i 200 mm annui di pioggia, concentrati tutti durante l’inverno.

Se vuoi goderti il mare tutto l’anno scegli Tenerife: qui potrai trovare delle piscine naturali, una delle meraviglie dell’arcipelago canario. Potrai godere del mare 365 giorni e nuotare in acque tiepide. Tra le piscine più belle ci sono: Montaña Amarilla, Charco Azul, le piscine De Bajamar, Jóver, Lago Martianez, Charco del Viento, Garachico El Caletón e Punta del Hidalgo. Clima torrido e mare cristallino, che aspettate a prenotare?

la gomera meetravel

Uno spazio verde per immergersi nella natura

Nonostante il tipico clima desertico, le isole Canarie offrono tantissime aree verdi dove poter immergersi completamente nella natura. Fuerteventura, ad esempio, presenta ben 13 luoghi naturali protetti, tra cui l’isolotto Los Lobos situato a nord, grande 4,5 km2. Qui il profumo di aloe e l’atmosfera africana vi invaderà e sarete immersi in un luogo incontaminato. Il nome dell’area deriva da “lobo” che significa lupo. Anticamente Los Lobos era popolata da leoni marini e probabilmente il sito prende proprio il nome dalla presenza di questi animali particolari, oggi non più presenti nell’isola. Attualmente il parco naturale Los Lobos ospita più di 130 specie vegetali e uccelli marini, tra cui la berta maggiore ed il gabbiano reale.

Un’altra isola immersa nel verde è La Gomera, che ancora oggi mantiene il suo aspetto selvaggio. Questa zona è frequentabile per tutti i tipi di turismo: ci sono sentieri semplici e zone confortevoli, ma anche escursioni più impegnative, trekking, mountain bike o attività acquatiche. A La Gomera sentirete subito tranquillità ed è una meta adatta per staccare dal solito traffico urbano. Uno dei luoghi più rinomati è sicuramente il Parque Nacional de Garajonay, dove è possibile osservare oltre 400 specie autoctone.

Inoltre, qui nel 1492 Cristoforo Colombo fece uno dei suoi primi approdi alle isole Canarie, in particolare a San Sebastian de la Gomera. Qui è possibile visitare il museo di Colombo, ai tempi il luogo in cui pernottò il navigatore. Non solo natura ma anche un po’ di cultura spagnola: a La Gomera c’è davvero di tutto per godersi la vacanza appieno. Queste aree verdi sono meno conosciute di altri luoghi delle isole Canarie ma sapranno ugualmente regalarvi un’emozione unica. Un punto a favore per andarle a visitare subito!

5 motivi Canarie surf meetravel

Il paradiso per i surfisti

Se avete mai passeggiato tra le strade e le spiagge delle Canarie, sicuramente vi sarete imbattuti nei surfisti. Questo perché le isole offrono tantissimi spot in cui poter praticare il surf, sia facendo lezioni che praticando liberamente. Fuerteventura è rinomata infatti per essere il paradiso dei surfisti, in quanto il vento, che qui soffia con molta potenza, crea delle onde adatte alte anche un paio di metri.

Anzitutto, è bene sapere che esistono due stagioni in cui praticare surf. Il periodo invernale è dedicato molto ai professionisti, in quanto le onde sono più alte e quindi più difficili: possono anche arrivare a 5 metri! La stagione estiva, invece, è sviluppata da onde meno importanti adatte soprattutto ai principianti o a chi deve fare pratica a livello intermedio.

Tra le mete più ambite di Fuerteventura sicuramente Generosa, il paradiso per i surfisti. Lo spot più famoso invece è Spew Pits, a nord del porto di El Cotillo. Qui l’onda arriva dalla parte sinistra della costa ed è molto potente. Se invece siete ancora poco esperti vi consigliamo Cotillo, il posto dove moltissime surfschool si recano per insegnare agli allievi di qualsiasi età. E se invece volete solamente godervi la spiaggia, tra le più note di Fuerteventura troviamo El Cofete e Correlejo, nella zona di Pajara.

Sicuramente dopo questo articolo vi abbiamo messo voglia di partire per le Canarie. Che aspettate? Fateci sapere se conoscete altri posti delle Canarie assolutamente da non perdere!

E tu sei mai stato alle Canarie? In app troverai tantissime proposte per partire per questo fantastico arcipelago! 

 

@Sara Biancardi